Giugno 2021

Stop ai cookie: dal 2022 l’ADV online tutela l’utente

Negli ultimi mesi è stata annunciata una rivoluzione che riguarda il marketing online: lo stop dei cookie delle terze parti. I cookie di terze parti esistono dagli anni ’90 e permettono di targettizzare il pubblico e personalizzare la pubblicità, ma dal prossimo anno i principali browser bloccheranno queste funzioni.

La richiesta dei consumatori di maggiore chiarezza riguardo all’utilizzo dei dati personali è il segnale di una maggiore consapevolezza del mondo del web. La digitalizzazione è richiesta dal mercato ma fatica a diventare parte della formazione professionale e all’interno delle strutture scolastiche. Per colpa o per merito della comunicazione si è registrato un importante aumento di interesse da parte degli utenti che si stanno facendo sempre più domande riguardo la tutela dei propri dati.

Se il servizio è gratuito il prodotto sei tu

If you’re not paying for the product, then you are the product. Tristan Harris, Former Design Ethicist di Google, partecipa con la sua testimonianza a The Social Dilemma, docufilm prodotto da Netflix, e con questa frase porta all’attenzione di chi ancora non ne era consapevole uno degli strumenti del web marketing: l’assimilazione di dati e il conseguente traffico.

I cookie offrono agli utenti la possibilità di vivere esperienze personalizzate

La comodità di rimanere registrati e loggati in un sito, di poter conservare liste di desideri e prodotti nel carrello di un e-commerce è merito dei cookie. Le informazioni custodite dai cookie permettono ai siti internet di gestire e adattare i propri contenuti in base agli interessi dell’utente offrendo così esperienze customizzate. Dall’altra parte consentono agli advertiser di indirizzare le inserzioni a seconda delle preferenze del visitatore.

 

Cookie - desktop

 

Formazione e informazione sono la soluzione per garantire la capacità di distinguere cookie “utili” da cookie “scomodi”

Quando si parla di cookie di terze parti si fa riferimento a tutte le attività rivolte al tracciamento cross-site, che avviene durante la navigazione da un sito all’altro: facendo il matching degli Id degli utenti tra diverse piattaforme è infatti possibile avere una profilazione dell’utente più accurata e quindi impostare campagne di retargeting più efficaci. Tutte soluzioni da rivedere per molti Paesi che abbracciano sempre più numerosi una severa politica della privacy. Ad essere più influenzate da questo cambio di rotta saranno le imprese che raccolgono dati, le aziende del Programmatic advertising, già all’opera per trovare soluzioni alternative.

Apple ha improntato tutta la sua ultima campagna pubblicitaria su questo tema, lanciando una funzione dedicata a identificare quali applicazioni tracciano i dati personali App Tracking Transparency. Facebook per far fronte a questa modifica ha rivisto la struttura delle campagne di Facebook ADS; Safari e Firefox hanno già iniziato a non fornire più dati di terze parti, ma il grande cambiamento è previsto per il 2022 con lo stop di Chrome.

 

Traffico dati - privacy Facebook

 

Questo cambio di rotta ci porterà ad avere meno dati su cui basarci, ma avremo dati più precisi. Per far fronte a queste modifiche il consiglio che vogliamo dare è quello di pianificare la tua comunicazione web basandoti sul contatto con l’utente, o meglio sul primo contatto.

In pochi secondi il visitatore che accede alla tua pagina online deve recuperare tutte le informazioni utili. Le metriche di Google premieranno sempre più siti web con contenuti di valore, strutturati in ottica mobile (chi non è mobile friendly verrà escluso), favorendo soprattutto pagine veloci e performanti. I motori di ricerca andranno incontro agli utenti svantaggiando anche tutti quei siti che ostacolano la ricerca e la lettura del contenuto imponendo banner e pop up. Insomma, favoriranno la user experience dosando le comunicazioni pubblicitarie, migliorando la qualità di navigazione e agevolando l’interazione con le pagine.

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.