Ottobre 2020

Cosa hanno in comune Alfred Hitchcock e Vincent van Gogh?

L’evento in streaming rende oggi ancora più urgente la necessità di organizzare tempi e contenuti dell’agenda in modo meno prevedibile e più efficace ai fini dell’ingaggio dell’utente.

La nuova platea virtuale può infatti spiazzare i protagonisti che si ritrovano spesso soli e per la prima volta a relazionarsi con telecamere che non restituiscono feedback o applausi. Allo stesso tempo gli utenti abbandonati a loro stessi, oltre a subire prevedibili cali di attenzione, cedono più spesso al fascino della distrazione.

 

Evento Ales Group - Regia

 

In questo ambiente che pone relatori e utenti su piani diversi, ma decisamente denso di opportunità, diventa ancora più fondamentale una riflessione relativa al “come” ancora più che al “cosa”; quello stesso “come” sul quale si sono cimentati nel tempo i creativi di tutte le arti.

L’evento digitale può essere considerato una partita che si vince giocando in modo nuovo vecchie carte: contenuti, sorpresa, ritmo, emozioni, ma anche sensorialità, verità… Sempre ricordando che in streaming come in teatro è il “come” che fa succedere le cose, ed è sempre il “come” che ce le fa ricordare (Davide Crippa, Creative Director Event Unit).

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.